Per quasi due anni al popolo del Regno Unito è stato ripetutamente ordinato di rimanere a casa, indossare maschere e farsi vaccinare per proteggere il NHS e salvare vite umane. Blocco dopo blocco, restrizione dopo restrizione.

Milioni di vite sono state messe in attesa, milioni di altre sono state rovinate. Milioni di posti di lavoro sono andati persi, migliaia di aziende sono chiuse per sempre.

Ma un’enorme maggioranza del popolo britannico pensa che ne sia valsa la pena, e assolutamente necessario a causa della propaganda della paura che ha giocato in loop 24 ore su 24, 7 giorni su 7 sui loro schermi televisivi e ha titolato tutti i giornali negli ultimi due anni.

Perché il pubblico britannico è stato portato a credere che oltre centocinquantamila persone siano morte di Covid-19, e gli è stato detto che il numero sarebbe stato molto più alto se non avessero rispettato la distruzione dell’economia e la decimazione delle loro vite.

Ma ora possiamo confermare senza ombra di dubbio che il numero di 150k è una vera e propria bugia grazie a una recente risposta a una richiesta di libertà di informazione fatta all’Office for National Statistics (ONS), in cui l’ONS conferma che solo 17.371 persone sono morte di Covid-19 negli ultimi due anni.

Il governo del Regno Unito afferma tramite il cruscotto Covid-19 che al 13 gennaio 2022, ci sono stati 151.855 decessi Covid-19 in tutto il Regno Unito da marzo 2020.

Il pubblico è stato anche costantemente ricordato di questa falsa affermazione attraverso i media mainstream, con i più recenti titoli allarmistici che arrivano l’8 gennaio in cui la BBC ha fatto eco alla falsa affermazione dei governi del Regno Unito secondo cui 150.000 erano morti di Covid-19 nel Regno Unito.

Blink e ti mancherà, ma vale la pena notare che la BBC ha scelto di pubblicare con il titolo “Il Regno Unito registra più di 150.000 morti”. La parola chiave qui è record, perché il governo del Regno Unito può registrare quello che vuole, ma questo non riflette il vero numero di morti per Covid-19.

Il regolatore della medicina del Regno Unito ha anche ricordato al pubblico il numero falsamente dichiarato di decessi covid-19 ogni settimana all’inizio del suo vaccino contro il coronavirus – Riepilogo settimanale della segnalazione del cartellino giallo, in cui chiunque può dare un’occhiata alle oltre 1 milione di reazioni avverse e decessi che sono stati segnalati contro i vaccini Covid-19.

In un rapporto pubblicato il 13 gennaio l’MHRA ha affermato che “al momento di questo rapporto, oltre 149.541 persone in tutto il Regno Unito sono morte entro 28 giorni da un test positivo per il Coronavirus (COVID-19) La vaccinazione è il modo più efficace per ridurre i decessi …”.

Ma tutte queste istituzioni vi stanno mentendo, perché l’Office for National Statistics ha confermato in risposta a una richiesta di libertà di informazione che alla fine del trimestre 3 del 2021 solo 17.371 persone erano effettivamente morte di Covid-19.

Ciò significa che meno persone hanno perso la vita a causa di Covid-19 in quasi due anni rispetto alla media di circa 30.000 persone che perdono la vita durante un singolo anno di brutta influenza nel Regno Unito.

La richiesta del numero reale di decessi è stata fatta qualche tempo prima del 16 dicembre 2021 e l’Ufficio per le statistiche nazionali ha risposto con quanto segue:

Come puoi vedere chiaramente questi numeri non si avvicinano affatto ai 150.000 decessi covid-19 rivendicati dal governo del Regno Unito e dai media mainstream, e se sommiamo il numero totale di morti entro la fine del trimestre 3 nel 2021 possiamo vedere che i vaccini Covid-19 non hanno davvero avuto molto effetto nel ridurre il numero di morti.

Secondo l’ONS ci sono stati 9.400 decessi per Covid-19 tra il 1 ° marzo e il 31 dicembre 2020. Il primo vaccino Covid-19 è stato somministrato l’8 dicembre 2020 e gli anziani e i più vulnerabili al Covid-19 hanno avuto la priorità per primi. Quindi è strano scoprire che durante i primi tre trimestri del 2021 ci sono stati altri 7.971 decessi Covid-19 quando i vaccini Covid-19 sono presumibilmente il 95% nel ridurre il rischio di morte a causa di Covid-19.

Il grafico sopra mostra perfettamente l’assurdità della menzogna di 150.000 morti di Covid-19 che è stata perpetuata dal governo del Regno Unito e dai media mainstream per giustificare due anni di restrizioni draconiane.

Secondo l’Office for National Statistics tra marzo 2020 e la fine del terzo trimestre 2021, solo 13.597 persone di età superiore ai 65 anni sono morte di Covid-19 e solo 3.774 persone di età inferiore ai 65 anni sono morte di Covid-19.

Allora perché mai il governo del Regno Unito ha chiesto che l’intera popolazione rimanesse a casa?

Perché gli scolari hanno avuto la loro istruzione rovinata?

Perché gli adolescenti hanno avuto le loro giovani vite rovinate?

Perché i nuovi genitori sono stati lasciati in isolamento a lottare da soli senza l’aiuto delle loro famiglie?

Perché le persone non erano in grado di dire addio ai loro cari?

Perché gli anziani e i vulnerabili sono stati lasciati in totale isolamento nelle case di cura?

Perché il NHS si è trasformato nel National Vaccination Service?

Centocinquantamila morti per Covid-19 in due anni? Tira l’altro. L’ONS ha confermato che sono stati solo poco più di 17.000.

Articolo: https://dailyexpose.uk/2022/01/17/ons-confirm-just-17000-have-died-of-covid-19/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.