Francia, il 10 luglio finisce lo stato di emergenza sanitaria

La Francia metterà fine il 10 luglio allo “stato di emergenza sanitaria” proclamato a causa della pandemia di coronavirus. “Visti gli sviluppi positivi della situazione sanitaria, in questa fase, il governo intende mettere fine allo stato di emergenza sanitaria, che rimarrà come meccanismo eccezionale”, ha annunciato l’ufficio del premier Edouard Philippe.

Tuttavia, la fine dello stato di emergenza “deve essere organizzata progressivamente e rigorosamente per poter continuare a proteggere i francesi dal virus che sta ancora circolando in Francia e potrebbe giustificare, se necessario, anche il rafforzamento delle misure attualmente in vigore nelle prossime settimane e nei prossimi mesi”, ha aggiunto l’ufficio del premier.

Secondo i dati forniti dalle autorità sanitarie, il numero di pazienti ricoverati nelle terapie intensive degli ospedali a causa del virus è sceso sotto i 1.000, dal picco di oltre 7.000 raggiunto in aprile. In calo anche il numero di decessi, che al momento vede un totale di 29.296 vittime del Covid-19 dall’inizio della pandemia.

Il nuovo provvedimento legislativo che verrà presentato oggi all’Assemblea Nazionale e discusso il 17 giugno, consentirà al governo di controllare gli spostamenti dei cittadini e l’accesso ai trasporti pubblici, ordinare la chiusura di locali pubblici e implementare l’obbligo di indossare le mascherine in pubblico. Queste misure saranno in vigore fino a novembre, ma potranno essere modificate a seconda dell’andamento della curva epidemiologica. Il provvedimento non darà però al governo il potere di imporre un nuovo lockdown totale o parziale. Per farlo, nel caso vi sia una nuova ondata di contagi, servirà un nuovo decreto.

Lascia un commento