President Trump or President Putin who will save the Italian people from political criminals?

Burioni: il coronavirus in Spagna è ripartito e prevede la stessa cosa in Italia! Ma Zangrillo lo ha smentito!

 

I media di regime stanno alzando il livello del terrore mediatico per preparare la gente al lockdown autunnale. Con questa mossa disperata sperano di convincere il maggior numero possibile di persone a farsi iniettare il vaccino come mezzo di ricatto per il ritorno alla normalità e alla tranquillità.

Non potevano quindi mancare gli alfieri della loro propaganda, il cui maggior esponente in Italia è Roberto Burioni (lo stesso che a febbraio disse che questo virus era solo una normale influenza). AdnKronos ha riportato una sua allarmante dichiarazione: Il virus è pronto a ripartire come ha fatto in Spagna. A parte il fatto che in Spagna non è ripartito nulla e che il virus è ormai mutato in una forma più lieve, cessando di essere una emergenza clinica, come fa Burioni a sostenere una convinzione del genere senza dati?

Si continua a trattare il coronavirus come una patologia mortale! Se guardiamo i dati presenti sul sito del ministero della salute, solo il 4,7% dei deceduti attribuiti formalmente all’epidemia è venuto a mancare senza soffrire di altre patologie. Cioè, circa 1.500 persone (l’influenza comune miete circa 10.000 vittime all’anno). Quello che Burioni e gli altri virologi pro-vax non dicono mai è quanti dei nuovi contagi richiedono un ricovero ospedaliero! Come si vede, la differenza, rispetto alla situazione di marzo 2020, è tutta qui. Una differenza sottile che rischia di cozzare con la loro propaganda.

Fonte: https://formazioneconcorsimagistratura.blogspot.com/2020/07/burioni-il-coronavirus-in-spagna-e.html?spref=fb&fbclid=IwAR26MVcs8I2cWXMpnFCDwwYtwpQj37rewt6-XkcLuBAYI5CSn0SFdQiZ8mA

Lascia un commento