Post da Per un’ItaliaMigliore del: 19 gennaio 2022

Mentitori e manipolatori. E così, sempre più, si fregano con le loro stesse mani. Alla luce di quanto sta accadendo in questi ultimi giorni, e delle dichiarazioni di virologi come Bassetti che dicono che “i numeri sono falsati”, quanto sarebbe interessante rivedere a ritroso tutti i dati, da due anni a questa parte. E soprattutto quelli che hanno utilizzato per giustificare restrizioni, lockdown e Dpc liberticidi e antidemocratici… Cosa è accaduto il 18 gennaio? Lo racconta l’Agi: “Errore nel bollettino quotidiano sui contagi in Italia, che oggi ha fatto segnare il nuovo record di sempre con 228.179 contagi”. Ma non è esattamente così… (Continua a leggere dopo la foto)

“La Puglia viene accreditata di ben 28.589 casi, ma in realtà i positivi trovati nelle 24 ore sono 12.414: i restanti 16.175, a quanto si apprende da fonti del ministero della Salute, sono riconteggi di casi diagnosticati nella Regione con tampone antigenico rapido dal primo gennaio 2022. La correzione verrà apportata domani e comunque non avrà alcuna conseguenza sul calcolo settimanale dell’incidenza. I nuovi casi totali di oggi sono quindi 212.004, meno del record di oltre 220mila casi raggiunto proprio una settimana fa”. (Continua a leggere dopo la foto)

Problemi anche per quanto riguarda i numeri dei decessi. “I 434 decessi inseriti nel bollettino di oggi, record di questa quarta ondata e numero più alto dal 16 aprile, vanno in realtà corretti alla luce dei recuperi di dati arretrati della Regione Sicilia, come spesso accade ma oggi numericamente più rilevanti: le vittime registrate oggi ma in realtà avvenute nei giorni scorsi in Sicilia sono 72, di cui 50 il 16 e il 17 gennaio”.

In conclusione: “Sottratti questi il dato odierno scenderebbe a 362, comunque alto ma appena superiore al precedente record, 360 morti, rimanendo quindi nella media dei giorni scorsi”. Ci rendiamo conto in che mani siamo da due anni a questa parte e come vengono utilizzati i dati? Possiamo ancora fidarci del Cts, del governo, di Speranza e dei suoi burocrati ministeriali, dei giornali finanziati dai partiti, dei televirologi e più in generale di tutti coloro che hanno interesse a che questa pandemia non finisca mai? Secondo i dati di uno studio fatto da Fiaso (Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere) “il 34% dei pazienti positivi ricoverati non è malato di Covid-19: non è in ospedale per sindromi respiratorie o polmonari e non ha sviluppato la malattia da Covid ma richiede assistenza sanitaria per altre patologie e al momento del tampone pre-ricovero risulta positivo al Sars-CoV-2″. Chiediamo verità! Cosa davvero è successo in questi anni e cosa ancora succede oggi? Lockdown presenti e passati, colori delle regioni, Green pass super o base e più in generale limitazioni sistematiche delle libertà dei cittadini sono state prese sulla base di dati falsi. Gli allarmi sugli ospedali o le terapie intensive piene di non vaccinati sono basati su dati falsi. Presto o tardi tutto questo sarà chiaro a tutti e quel giorno in tanti dovranno renderne conto.

Articolo: https://www.ilparagone.it/attualita/dati-sbagliati-bollettino-covid/

2 pensiero su ““Dati falsi”. È bufera sull’ultimo bollettino Covid: ecco come si sono fregati da soli”
  1. Speranza. Conte. Draghi. TuttI i Deputati e Senatori della Repubblica Italiana. Compresi Tutti i Medici e Forze dell’Ordine, dell’Esercito, comitati scientifici vari con tutti i Ministri, diciamo tutti quelli che da questa IPNO-PANDEMIA hanno alimentato paura, abbiano infranto le leggi, abbiano esautorato tutti i tipi di libertà possibile sancite da tutte le Costituzioni del Mondo e da decine di trattati Nazionali e internazionali. DOVRANNO ESSERE CONDANNATI CON IL MASSIMO DELLA PENA. E la peggior condanna possibile per questi criminali dovrà essere quella del dover svolgere fino a loro naturale morte, la vita che auspicavano a tutti i popoli del Mondo. Cioè, sostentarsi con un lavoro umile, senza nessun diritto e sottopagati. Senza esenzioni di tasse di nessun genere.

    1. Buonasera caro lettore, io credo, anzi ne sono sicuro che presto l’assetto mondiale del capitalismo sarà stravolto da uno Tsunami inarrestabile. Molti fattori si ribalteranno. Molti ricchi soccomberanno alle pene dell’inferno, Ma non prima del risveglio delle coscienze di tutta la popolazione Mondiale. E quel momento non è lontano, si sente nell’aria. C’è una energia nuova, un’energia che le elitè sentono affondo. E l fatto che ad oggi il governicchio Italiano continua imperterrito con DPCM strampalati e più restrittivi, da il sentore di paura, fa capire che sanno di dover accellerare perchè il Popolo si sta svegliando e i loro piani diabolici, giorno dopo giorno sta svanendo…
      Redazione Per un Italia migliore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.