Il governo russo sta ancora pianificando di far approvare una legge sui codici QR a livello nazionale profondamente impopolare, ma rendere tale legislazione una realtà potrebbe essere un compito arduo. In alcune regioni in cui i codici QR sono già in vigore, le autorità hanno frettolosamente abbandonato gli sforzi di contrasto.

I russi stufi boicottano, aggirano e picchiano le persone.

La resistenza ai codici QR in Russia ha assunto molte forme, inclusi il boicottaggio e il pestaggio degli ispettori di identità.

Applicazione inesistente a Kazan

Il 22 novembre,Kazan, la capitale del Tatarstan, divennero la prima città in Russia a richiedere codici QR per il trasporto pubblico. La nuova regola ha portato al caos più assoluto: gli autobus sono stati ritardati di venti minuti o più mentre i conducenti hanno lottato per controllare i codici QR e ci sono state numerose segnalazioni di passeggeri arrabbiati che hanno iniziato a risse.

Sembra che Kazan fondamentalmente… si sia arreso. I codici QR sono ancora necessari per utilizzare i mezzi pubblici, ma la regola non viene applicata in modo significativo.

All’inizio di dicembre, Ilya Zotov, a membro della Camera Civica della Federazione Russa , Presidente dell’Associazione Panrussa dei Passeggeri, ha deciso di indagare su come funziona nella pratica il regime dei codici QR di Kazan.

Le sue scoperte sono state abbastanza straordinario:

“Ho viaggiato su 4 diverse linee di autobus, un filobus e anche in metropolitana. Cosa ho visto in effetti?

– su 4 linee di autobus non è mai stato chiesto il QR code ;

– nel filobus mi hanno chiesto se avessi un codice, ho detto di sì (che è vero), ma non me lo hanno chiesto di mostrarlo ;

– In metro i codici QR vengono controllati all’ingresso della stazione, ma puoi mostrare qualsiasi codice (di un parente o di un amico), non c’è riconciliazione dei dati. 

Ha anche affermato che il 70% dei passeggeri non rispettava le regole sulle maschere. Il suo asporto? Forse questa non è una buona politica:

“Vengo alla conclusione che tutta questa imitazione non è necessaria… È meglio che le autorità del Tatarstan lo ammettano onestamente e cancellino i codici QR nei trasporti pubblici. 

Secondo quanto riferito, l’applicazione rimane piuttosto lassista. Alla conferenza di Medici per la verità a Mosca, domenica, ho parlato con un’attivista che ha affermato di aver recentemente fatto diversi viaggi in autobus a Kazan senza dover presentare un codice QR.

Il lavoro più pericoloso in Russia?

Uno dei problemi con l’applicazione dei codici QR in Russia è che puoi essere  accoltellato  per averlo fatto. Sulla carta suona come un’industria in forte crescita, ma vale davvero la paga scadente e le continue percosse?

Ad esempio, alla fine di novembre, un poliziotto di un centro commerciale a Kazan è stato ferito nel braccio con un coltello dopo aver chiesto a un uomo il suo codice QR.

In alcune parti della Russia, la violenta opposizione ai codici QR sembra aver giocato un ruolo chiave nel farla cadere del tutto.

 

REGNUM, citando i media locali, segnalato che una città dell’Altai ha rinunciato a far rispettare i codici QR nei propri centri commerciali, in parte a causa dell ‘” atteggiamento molto aggressivo dei cittadini nei confronti della procedura “:

“Secondo uno dei gestori del centro commerciale, due ispettori sono stati picchiati nei primi dieci giorni dall’introduzione del sistema di ispezione vaccinale nelTerritorio dell’Altai.”

Abbiamo letto rapporti simili da tutta la Russia.

Rivolta degli affari di San Pietroburgo

Il ristoratore di San Pietroburgo Alexander Konovalov possiede dozzine di attività. Lui annunciato il mese scorso che non avrebbe rispettato le regole del codice QR della città:

“L’introduzione dei QR code, l’assegnazione dei numeri, come in un campo di concentramento, è fascismo. Ho più di 200 esercizi (tra cui bar, narghilè, panetterie, saloni di bellezza), in tutti i miei esercizi non chiederanno un codice QR. Di tanto in tanto vengono da noi con assegni, ma semplicemente non ci prestiamo attenzione. Lasciali venire. 

(Konovalov ha condiviso il suo “codice QR” sulla sua pagina Instagram, che recita: ” Vaffanculo .”)

In particolare, ha affermato di non essere ancora multato per aver disobbedito alla misura di “salute pubblica”.

Nel frattempo, dozzine di residenti di San Pietroburgo hanno archiviato una class action contro il governo della città che chiede la rimozione del regime del codice QR.

Russia Unita continua a spingere per codici QR a livello nazionale

Curiosamente, quello di Putin Russia Unita continua a ignorare schiacciante opposizione alla legislazione che renderebbe i codici QR obbligatori a livello nazionale per molti aspetti della vita ordinaria:

“Il partito Russia Unita ha sostenuto il disegno di legge sui codici QR nei luoghi pubblici, fatta salva la sua profonda revisione. Lo ha annunciato lunedì 13 dicembre il capo della fazione alla Duma di Stato, Vladimir Vasiliev”.

All’inizio di questa settimana è stato annunciato che la Duma di Stato aveva ritirato parti di questo disegno di legge che richiedeva codici QR per treni e viaggi aerei, ma si scopre che era leggermente impreciso come ha affermato Tamara Frolova, membro della Commissione per la protezione della salute della Duma di Stato:

“Per quanto riguarda l’introduzione dei QR code nei trasporti, questa bolletta non è stata rimossa dall’agenda, ma inviata per la revisione. Si sta studiando e elaborando nei minimi dettagli”.

Qual è il vantaggio per la salute pubblica di questi codici? Qualcuno può spiegare questo? E perché Russia Unita continua a perseguire uno sfacciato suicidio politico? È molto strano.

Come accennato in precedenza, il governo russo avrà probabilmente bisogno di simulare una falsa invasione aliena per spaventare le persone facendole accettare un ausweis digitale.

È la Russia.

Articolo: https://thecovidworld.com/russias-qr-code-regime-is-collapsing/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.